ASSOCIAZIONE NAZIONALE

MUTILATI E INVALIDI CIVILI

sezione Provinciale di Ravenna

Torna a: Movimento cristiano lavoratori MODELLI RED E INVCIV

RED

Modello RED
Il modello reddituale (Modello RED) è una dichiarazione richiesta dall’INPS e dagli altri enti previdenziali (INDAP, ENPALS, IPOST, ecc.) per verificare periodicamente i presupposti per corrispondere ai pensionati le pensioni o prestazioni vincolate al reddito.

Campo di applicazione
Il RED è richiesto in caso di erogazione di prestazioni pensionistiche o assistenziali corrisposte in misura che varia in relazione all’ammontare dei redditi posseduti dal pensionato e, in alcuni casi, dal coniuge e dai figli.

Le prestazioni legate ai redditi sono, per esempio:

le integrazioni al trattamento minimo,
le maggiorazioni sociali sulle pensioni,
gli assegni di invalidità,
i trattamenti di famiglia,
le pensioni sociali,
gli assegni sociali,
le prestazioni per invalidità civile.
Per non corrispondere pensioni in misura diversa da quanto realmente dovuto, gli enti devono disporre di dati aggiornati e verificati, in particolare di quelli reddituali cui sono legate le sopracitate prestazioni.

Chi lo può utilizzare
Il mod. RED deve essere presentato dai pensionati o titolari di prestazione assistenziale che ricevono apposita e specifica richiesta da parte dell’INPS o altro ente previdenziale.

Documenti necessari
Per l’assistenza alla compilazione del modello RED è necessario presentare i seguenti documenti:

La lettera dell’INPS pervenuta con codice a barre allegato.
Copia del codice fiscale (anche per il coniuge e i figli, se richiesto dal RED).
Copia della carta d’identità del dichiarante.
Dichiarazione dei redditi (Modelli 730 o UNICO) relative all’anno della verifica reddituale.
Documentazione relativa agli interessi maturati su conti correnti bancari, postali, con BOT, CCT o altri titoli di stato.
Documentazione relativa agli interessi maturati su conti correnti bancari, postali, con BOT, CCT o altri titoli di stato.
Documentazione (CUD) relativa ad eventuali arretrati di lavoro dipendente o trattamenti di fine rapporto (TFR, liquidazioni, buonuscita, ecc).
Eventuale certificato catastale per la prima casa, se non si è presentata la dichiarazione dei redditi.
Importo delle eventuali quote di pensione trattenute dal datore di lavoro sugli assegni di invalidità (busta paga).
Certificazione relativa ad eventuali rendite erogate dai minatori in Belgio a seguito di malattia professionale o incidente sul lavoro.
Redditi da pensioni estere ( pensioni dirette e /o ai superstiti comprese AVS Svizzera) .
Pensioni estere da infortunio sul lavoro, rendite estere e vitalizie e a tempo indeterminato costituite a titolo oneroso e arretrati di pensione.



Scarica Documento


© 2021 A.N.M.I.C. Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili - C.F. 92005460396 Privacy Policy e Cookie policy -